Rating di Legalità: 9 imprese su 10 sono PMI ma poche raggiungono le tre stelle

Il Rating di Legalità, lo strumento promosso dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che premia le imprese legali ed etiche mediante una serie di benefici nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e con le Banche (si veda il Decreto Mef-Mise n. 57 del 2014) ha raggiunto quota 6.210 adesioni (dato al 16 ottobre 2018).

Per l’anno 2018 si stima un aumento di richieste di Rating del 40% rispetto a quelle registrate nel 2017, segno che le imprese stanno usufruendo dei benefici previsti dalla legge e legati al possesso del Rating. Una impresa su due, che possiede il Rating, si trova al Nord (circa  52%) e di queste 9 imprese su 10 sono PMI.

 

Segue il Mezzogiorno (Sud e Isole) con il 25,2% e il Centro Italia col 22,1%.

Ma quali sono le 5 Regioni con il maggior numero di imprese in possesso del Rating di Legalità? In primis si distingue la Lombardia (923 aziende), seguita dall’Emilia-Romagna (816). Vengono poi il Veneto (723), il Lazio (580) e la Puglia (579).

Il Rating di Legalità prevede un punteggio che varia da un minimo di una stella a un massimo di tre. In merito a questo aspetto, oltre il 60% delle imprese ha ottenuto il Rating al punteggio minimo di una stella. Circa il 28% si assesta sul punteggio medio di due stelle e solo il 5,7% delle imprese può fregiarsi del massimo punteggio di tre stelle. Questi dati, elaborati da Infocamere sul Database pubblico realizzato dall’AGCM, denotano quindi da un lato la crescente attenzione del mondo imprenditoriale per lo strumento del Rating di legalità, dall’altro evidenziano come ci possano essere margini di miglioramento da parte delle imprese nel realizzare strumenti volontari, oltre agli obblighi di legge, in grado di migliorare il punteggio del Rating: adesione a codici etici di Associazioni di categoria, Protocolli di Legalità, Modelli per la gestione dei rischi aziendali e organizzativi, azioni di Responsabilità Sociale e di Sostenibilità sono solo 4 degli 8 “strumenti” previsti dal Regolamento Rating che le imprese possono implementare per aumentare il proprio Rating. Non dimentichiamoci infatti che sempre più bandi di finanziamento e bandi di gara pubblici stanno agganciando maggiori benefici a punteggi elevati di Rating rispetto a punteggi più bassi.

Al prossimo articolo!

Andrea Casadei

Desideri ottenere, rinnovare o aumentare il Rating di Legalità?

==> FAI IL NOSTRO TEST GRATUITO PER CONOSCERE IL TUO LIVELLO DI RATING

Lascia una risposta